Territorio
Umbria – Il territorio

La regione Umbria è attraversata dagli Appennini da cui discendono numerosi colli dalle linee morbide che variano e ingentiliscono il paesaggio.
Le sue verdi valli, pur nella loro unitaria bellezza, hanno tratti mutevoli: l'ampia valle del Tevere che scende a Roma e al mare; la fertile valle che ospita il Chiascio e il Topino; la valle del Nera, ricca di angoli caratteristici in una natura ancora incontaminata.
Il paesaggio umbro predilige l'acqua.
A volte si affaccia in un placido lago, sia esso il Trasimeno vicino Perugia o il lago di Piediluco vicino Terni; a volte si ravviva in una intrepida cascata: le Marmore; a volte ancora si bea di una sorgente limpidissima che affascinò anche il poeta: le fonti del Clitunno.
L' ambiente naturale particolarmente suggestivo, la presenza di numerose acque minerali e termali, la storia delle città impressa ancora nella loro architettura, la calda ospitalità dei ristoranti e delle trattorie tipiche, ove si preparano alla maniera antica piatti semplici e genuini, caratterizzano questa regione. In questo pregevole contesto opera il Gruppo Grifo Agroalimentare con l'intera filiera.

Una terra da scoprire.

La regione Umbria si distingue per essere terra di pace e tranquillità.
È la terra di San Francesco di Assisi, Santa Chiara e Santa Rita da Cascia.
Il Sentiero Francescano che parte da Assisi e arriva a Gubbio e alla Verna, passando per Perugia e Valfabbrica, segna un perfetto scenario nello spiritualismo di questi luoghi.
Novantadue comuni e cento città emanano idee e culture diverse, unite dall'arte e dalla storia.

Una regione di modeste dimensioni situata internamente i cui confini determinano appartenenze variegate.
Gli accenti della gente umbra sono svariati come le loro specialità culinarie che accolgono elementi toscani, laziali e persino marchigiani.
I sapori della cucina discendono da una varietà di prodotti che esaltano l'esclusiva tipicità dei luoghi di provenienza frutto di antiche tradizioni e culture locali.
L'Umbria è il cuore verde d'Italia con Narni che è addirittura il suo esatto centro geografico.
Fin dagli inizi il ruolo di questa terra è stato quello di un importante crocevia di uomini e di idee.
Così si è formato nei secoli il carattere di questa gente: accogliente, sereno e aperto, proteso alla migliore qualità della vita sia in campagna che in città.
Il territorio umbro è caratterizzato da paesaggi collinari, piccoli borghi e boschi.
Un paesaggio che il Perugino rese immortale nei suoi dipinti.
Oggi possono essere visitati sei parchi regionali e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini che sconfina nelle Marche.
Il turista intraprende un viaggio fra mito e storia, all'interno di scenari gotici, barocchi e rinascimentali, dove sorgono fantastiche torri e imponenti castelli, segno di un trascorso vitale e importante.
Ma il cuore d'Italia batte ancora e l'Umbria è, ad oggi, una regione viva in ogni stagione dell'anno.
È sempre possibile assistere a eventi con artisti di grande fama o esordienti che faranno di sicuro parlare di sé. In questo palcoscenico internazionale, in inverno a Orvieto e a Pasqua a Terni, la musica gospel e soul diventa protagonista.

In estate a Perugia e in inverno a Orvieto, salgono alla ribalta le più grandi star del panorama musicale per Umbria Jazz.
Inoltre non dobbiamo dimenticare: Spoleto Festival, Todi Arte Festival (sotto la guida di Simona Marchini, umbra DOC), i Segni Barocchi e la Quintana a Foligno e la Sagra Musicale Umbra con musica d'ispirazione sacra.
Le stagioni di prosa sono doppie, una per stagione, con il Teatro Stabile (un circuito di ben 14 teatri) che è noto dal 1985 per le sue interessanti produzioni. L'Umbria: una terra antica rivolta al futuro.

Città e borghi

L'Umbria è caratterizzata da un tessuto urbano che si differenzia tra contemporaneità e storicità con un patrimonio costituito da città sorte sulle esistenti origini medioevali e piccoli borghi ancora presenti sulle zone montane più marginali.
Si tratta di gemme d'arte, di culture e tradizioni, intatte fino ad oggi a pochi passi l'una dall'altra: Perugia, il capoluogo di regione, Assisi, Gubbio, Città di Castello, Foligno, Gualdo Tadino, Orvieto, Spoleto, Spello, Terni, Todi, Trevi, Cascia, Norcia, e tante altre, fanno dell'Umbria una città-regione unica al mondo.
Ma non vanno trascurate piccole realtà caratterizzate da Comuni con meno di 4.000 abitanti, presenti sulle zone collinari e montane dove le attività prevalenti sono quelle agricole, di allevamento, silvicole e turistiche.
Tutte rivelano la loro origine medioevale, si fasciano di mura turrite, custodiscono la trama di antiche strade, aprono a viste panoramiche di sconfinata bellezza e conservano il ricordo delle vicende che le hanno viste protagoniste nella storia con gli etruschi, i romani, i longobardi.
Tutte custodiscono in mirabili opere d'arte, nelle chiese, nei musei e nelle caratteristiche piazze, il mistero delle pietre etrusche, l'arditezza delle opere romane, la luminosità delle architetture cristiane, la straordinaria bellezza delle pitture rinascimentali.

Link Utili

Eventi

Come arrivare

Strade:

Autostrada del Sole A1 (versante occidentale della regione)
Per chi proviene dal Nord usare le uscite di: Valdichiana, Chiusi-Chianciano.
Per chi proviene dal Sud usare le uscite di: Orte, Attigliano, Orvieto, Fabro.

Autostrada Adriatica A14
Per chi proviene dal Nord usare le uscite di:
Rimini (verso Città di Castello);
Fano (verso Gualdo Tadino lungo la strada romana Flaminia).


Per chi proviene dal Sud usare le uscite di:
Ancona Nord (verso Gubbio - Gualdo Tadino); Pescara (verso Terni via l'Aquila-Rieti); Civitanova Marche (verso Foligno). Superstrada E45 Cesena-Orte Passa per Perugia e attraversa longitudinalmente tutta l'Umbria.

Ferrovia

Per chi proviene dal Nord linea:
Firenze - Terontola (cambiare per Perugia) - Passignano sul Trasimeno - Perugia - Assisi - Spello -Foligno - Spoleto - Terni - Orte - Roma; oppure Firenze - Terontola (senza cambiare per Perugia) - Chiusi - Orvieto Attigliano - Orte - Roma.

Per chi proviene dal Sud: linea Roma - Orte - Terni - Spoleto - Foligno (cambiare per Perugia) - Assisi - Perugia - Terontola - Firenze; oppure Roma - Orte - Attigliano - Orvieto -Chiusi - Terontola - Firenze.

Per chi proviene dall'Adriatico linea: Ancona - Fossato di Vico - Gualdo Tadino - Nocera - Foligno - Spoleto - Terni; oppure Ancona - Fossato di Vico - Gualdo Tadino - Nocera - Foligno (cambiare per Perugia) - Assisi - Perugia. Per consultare gli orari http://www.trenitalia.com.

Per muoversi in Umbria si può impiegare anche la Ferrovia Centrale Umbra (http://www.fcu.it) che collega Terni con Perugia e prosegue fino ai confini della regione verso Sansepolcro. Per informazioni Tel. 075-5729121.

Aereo

La destinazione più comoda per raggiungere l'Umbria via aria e' l'aeroporto Regionale Umbro di Sant'Egidio (http://www.airport.umbria.it), situato a 12 km da Perugia.
Numerosi sono i collegamenti con Milano Malpensa, Roma e la Sardegna.

AEROPORTO INTERNAZIONALE DELL'UMBRIA - PERUGIA
"SAN FRANCESCO D'ASSISI"
06080 S. Egidio (PG)
Direzione: tel. 075 5921422 - fax 075 6929562
Centralino (dalle 9.00 alle 21.00): tel. 075 592141
Ufficio Informazioni: Tel. 075592141 (dalle 9.00 alle 21.00) - Fax 0756929562.